lunedì 3 marzo 2014

ERASE&REWIND

Arieccomi. Dopo un mese di assenza.
Ricapitoliamo.

Le parole dell'ultimo post sono uscite, in qualche modo. Ed è successo il finimondo. Un turbine di indecisione, confusione, fantasmi del passato che non passa, incomprensione e incapacità di capire sè stesso. Dall'altra parte. Da parte mia: sbroza epica con le amiche, tenuta da mignottone aggressivo, discoteca e limone duro col primo che passava (testuale). Indi 2 settimane di costante sensazione di ulcera corrosiva allo stomaco, insonnie e frantumazione in mille pezzi di cuore e cervello. Poi ci è passata sopra l'asfaltatrice. A breve la chiusura definitiva, della serie o prendi tutto il pacchetto o tanti saluti.

A seguire: profonda crisi esistenziale, sensazione di essere una Coglion@ con la C maiuscola e di avere ormai il (scusate il francesismo) culo sfondato a forza di prendermele in quel posto. Impulso n°1: rifare immediatamente la valigia, o tornare a riprendermi quella che ancora giace in una cantina di Bruxelles da 2 anni.

A ri-seguire: paranoia cosmica e paura fottuta davanti all'horror vacui del mio futuro prossimo. Milleeuna ansia a voler in fondo rimanere nel mio guscetto, che chimmelofafare di ricominciare tutto da 0 per l'ennesima volta?!

Conseguente blocco congelante della ricerca di lavoro (ma n'do ca**o vado?! E a fà che?!), pur con l'orologio incorporato in testa che fa incessantemente tic tac tic tac peggio della sveglia di Capitan Uncino.

Eccomi quindi, dopo aver ammorbato amiche, psicologa e mia zia (santa subito), a imparanoiare anche la blogosfera. Scusate, vi toccava.
Come vi toccano anche più da vicino i seguenti aggiornamenti:

1) il mio blog si è beccato un virus, ovvero quotidianamente ricevo commenti spam sotto a un mio post (per inciso, questo qui): qualcuno sa come è potuto succedere?!

2) non ci sto più dietro. Non solo al mio orticello, ma non riesco più a passare a trovare nessuno, il che mi dispiace infinitamente.

3) dopo aver seguito quest'inverno dei corsi per social media strategist e personal branding, mi sto prendendo via bene con Twitter e (forse) prossimamente con qualche altro social. Ho riscoperto la mia grande passione sopita (lo dico, aiuto!!) per la politica europea, e voglio provare a metterci la faccia e dare un contributo attivo in vista delle elezioni. 

4) conseguenza dei punti 2 e 3, che stavo ponderando già da un po': mi sa che chiudo baracca. Per riaprirla. Esatto, l'idea è di chiudere qui e riaprire su un'altra piattaforma, esportando alcuni 'buoni' pezzi già scritti, con un blog meno smenoso lagnoso personale ma che affronti temi più 'universali' e, potenzialmente, più neutri, come la precarietà, il lavoro e quello di cui ancora (ahimè) credo di sapere/capire qualcosa, ovvero Europa e cooperazione internazionale.

Voilà, questo è quanto per il momento, tutto in bozza. Si attendono e accolgono a braccia aperte commenti, critiche e perplessità. Anche insulti, purchè motivati :-)


18 commenti:

  1. Secondo me devi ripartire da qui, senza chiudere questo.

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Basta che ci dai l'indirizzo del blog nuovo cosi' possiamo continuare a seguirti! E in bocca al lupo per la ricerca di lavoro e tutto il resto ! So che magari non e' un granche' come consiglio, ma alla gente precaria rico sempre di fare un dottorato. Ti da tre/quattro anni pagati in cui puoi sperare che ti serva tantissimo e in cui non devi pensare a mandare cv.. e poi mantiene giovani!

    RispondiElimina
  3. No Bì, dove vai? Resta con noi.
    Oppure sì, dacci l'indirizzo del blog così ti leggiamo da qualche altra parte.
    E poi, rilassati un attimo e vedrai che le cose si sistemano (e se non si sistemano, le faremo andar bene!)

    RispondiElimina
  4. Nuovo blos se vuoi chiudere una fase, senza portarti appresso questa ... Facci sapere!

    RispondiElimina
  5. i commenti di spam (soprattutto in inglese) in questo periodo stanno tempestando un po' tutti i blog e non esiste il sistema per toglierli, devono pensarci quelli che ospitano il tuo blog

    A volte capitano dei periodi in cui non riesci a frequentare o scrivere i blog quanto vorresti, ma sono periodi, dopo un po' passano

    politica europea? interessante.

    Però non chiuderei questo blog, perchè è quello che ti rappresenta, piuttosto se vuoi aprine un'altro, più specifico per quello che ti prefiggi di fare, mantenendo questo per i tuoi pensieri più quotidiani

    Buona giornata

    RispondiElimina
  6. Anche io stavo pensando di chiudere ad inizio anno. Una cosa tipo blog nuovo vita nuova. Anche perché insomma, ci fosse un post decente. Tra incidenti, infertilità e licenziamenti è peggio delle mie prigioni. Poi ho deciso di mantenerlo perché io alla sfiga non ci credo (pare vero) e poi pure perché, nonostante tutto, sono affezionata a lui ed ai miei followers. Se cambierai io ti seguirò, sappilo.
    Detto ciò sul lavoro ti capisco perfettamente. Soprattutto su "ma andò vado? a fa che?!". Lo penso tutti i santi giorni. Tutti.
    Besos

    RispondiElimina
  7. Non chiudere. Il blog, anche se te lo porti dietro, è parte di te. A meno che tu non cambi completamente...chessò, scrivendo della cucina pigmea, io direi che il blog deve seguirti tipo il guscio della chiocciolina. E poi...ora faccio il grillo parlante, quello antipatico. Guarda il mondo con gli occhi di chi non ha nemmeno il tempo di farsi capitare tutte le cose che ti capitano a te, anche solo come stato d'animo. La mia vita è una routine tra il lavoro che non mi piace più (per colpa di un capo inutile che non sa decidere niente) e la speranza di essere a casa appena scattano le 18. La cosa positiva? L'amore, quello riscatta tutto. Però non mollare Bì. Io, dal mio punto di vista privo di alternative ti direi SCAPPA. Anche solo per farti un giro e far prendere una boccata d'aria allo stomaco.
    Ti abbraccio ♥

    RispondiElimina
  8. Evvai ragazza! Ricominciare è sempre la cosa migliore ;) o qui ho da un'altra parte ti seguirò!!! E magari è la volta buona che inizio a capire qualcosa di politica...

    RispondiElimina
  9. NO, non lo chiudere questo spazio... magari apri anche un altro blog... ma mantieni pure questo! Poi ovviamente ti seguiremo... però io ci sono affezionata a questo spazio, a te che racconti dei tuoi viaggi e del tuo passato tra bruxelles, la polonia, l'africa... no... non l'abbandonare, please!!!

    RispondiElimina
  10. Non so, io non rinuncerei al passato... Essepoitenepenti? (Cit. Padre Maronno)
    In ogni caso io ti seguirò comunque, anche perché mi piacerebbe saperne di più di politica europea...

    Un bacione preventivo e propulsore :)

    RispondiElimina
  11. Bella la mia Bì, come mi piacerebbe farmi una bella chiacchierata con teah :)

    Comunque, no dai, lascia aperto questo spazio e ne apri un altro. Seria su uno, un po' piu' friendly e incline ai francesismi su questo, che è come un ritrovo di amici qua...pure se non ti affacci spesso, qua si continua a sostare da te :)

    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con la Vero: due facce della stessa medaglia.. :)

      Elimina
  12. Quando ho letto ho pensato: "nooooo".
    Ma chi sono io, per dirti cosa fare?
    Io che c'ho pensato più e più volte e per giunta di chiudere e basta, senza nuovi blog.
    Però, ecco, se posso permettermi: perché non tenere questo e fare una rubrica o semplicemente cambiare impronta, farci conoscere un diverso aspetto di te. Ma questo è il tuo mondo, decidi tu ed io ti seguirò comunque!

    RispondiElimina
  13. Nooo Bì! Anche se questo blog non parla di politica e cose più "serie"....chissenefrega? Parla di te, e noi abbiamo imparato a conoscerti ANCHE attraverso i post che tu consideri meno felici o segaioli.
    Dai... nun ce lassà!!!!!
    Un bacio e in bocca al lupo per tutto! :*

    RispondiElimina
  14. intanto, bentornata.
    non ho commentato il tuo penultimo post perché, da gran seppellitore di problemi sotto al tappeto, ti avrei detto di sicuro la cosa sbagliata.
    e ora l'horror vacui è una buona condizione, a vederla bene.
    concordo con moz lassù: perché non ripartire da qui? queste piattaforme tra un po' avranno il fascino brizzolato del vintage, vuoi mettere?
    abbraccio

    RispondiElimina
  15. Non ci lasciare....e perlomeno fammi sapere dove titrasferisci!!!
    Riparti da qualsiasi punto in cui ti trovi. Il motto di ogni giorno deve essere: da ora in poi.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  16. da quando hai aperto il blog ti ho seguito con piacere! Mi piace il tuo stile.
    Non chiudere o quanto meno comunicaci il tuo nuovo indirizzo dove seguirti :)

    RispondiElimina
  17. "Sai, molto tempo fa cercavo di combattere la felicità; mi dicevo: chiunque è felice ha qualcosa di sbagliato, pensa in un modo distorto. Oggi non lo faccio più, e mi dico: se è possibile essere felici, lo sarò. Non farò il difficile e anche se non sarà la felicità perfetta non farò lo schizzinoso. Mi prenderò tutta la felicità che posso prendere." [Charles Bukowski]
    VAI!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...