domenica 1 dicembre 2013

Amarcord infantile


Venerdì sera sono stata ad una rimpatriata un po'insolita: pizzata delle elementari.
Che poi non fosse una pizzata perchè, essendo in una birreria pseudo-crucca, ci siamo ingozzati di bretzel, wurstel e senape, e fosse presente 1/4 degli ex compagni di scuola, sono dettagli.
Ho rivisto gente che non vedevo da quasi 20 anni.
Chi si è sposato, chi si sta per sposare, chi sta per firmare un rogito.
Ma anche chi, alla soglia dei 30, è tornato a vivere in famiglia perchè non ce la fa a mantenersi. Chi insegna da 8 anni ed è ancora precario. Chi non è venuto perchè si vergognava di raccontare di essere un fallito senza lavoro.
Ne parlavo con il mio compagno di banco, quello con cui ho passato gli ultimi mesi su quei piccoli banchi bianchi e rossi, con cui ho fatto anche gli esami. Mi ha fatto tanto ridere, oggi come allora, anche se adesso non si ciuccia più le forbici e non si mette più a correre con le braccia aperte appena sente il rumore di un elicottero. Abbiamo parlato delle nostre precarietà quotidiane: io un contratto in scadenza fra 4 mesi, lui una laurea intrapresa tardi e ancora da finire, portata avanti lavorando. Ma riflettevamo anche che non c'è molto di cui vergognarsi se a 30 anni non siamo ancora del tutto indipendenti: è una situazione più grande di noi e, in parte, al di fuori del nostro diretto potere. Ci siamo 'consolati' constatando di essere, bene o male, sulla stessa barca. Non solo lamentele, ma critiche costruttive.
Abbiamo parlato anche di chi ha scelto la via dell'emigrazione, di come secondo noi non sia necessariamente la soluzione a tutti i mali del mondo, e di provare a restare. Insomma, una bella serata, di ricordi condivisi del passato e prospettive per il futuro.

Per una volta, nonostante il catastrofismo dilagante, gente che ce l'ha fatta, che prova a farcela, che crede che ce la potremo fare.

27 commenti:

  1. Bellissimo post, mi piace questa visione positiva delle cose! Anche se io una "pizzata delle elementari" non credo la farei mai :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No dai, perchè?! Fa stranissimo ritrovarti davanti uomini barbuti che ricordavi bambini con i pantaloncini corti! :-)

      Elimina
  2. Non ho mai partecipato alle rimpatriate scolastiche , ma l'idea di ritrovare qualcuno delle elementari non mi dispiacerebbe...
    Gran bel post , mette allegria e sprigiona ottimismo..
    Ne sono felice!::))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proviamoci, a combattere il pessimismo dilagante! :-)

      Elimina
  3. Credo di essere l'unica rimasta a non aver mai partecipato ad una rimpatriata di scuola. E dire che: laurea presa, lavoro c'è, casa anche...ora c'ho pure il fidanzatino...però non mi hanno mai entusiasmato...
    Alla prossima però ci vado, voglio viverla come l'hai vissuta tu è vedere cosa si prova!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io le rimpatriate del liceo le odio (come odiavo i miei compagni), ma delle elementari avevo un bel ricordo...che si è rinnovato! :-)

      Elimina
  4. Io mai partecipato a rimpatriate vere e proprie.
    Beh, in ogni caso... siamo tutti sulla stessa barca, c'è poco da fare!! XD

    Moz-

    RispondiElimina
  5. Ho fatto un incontro post-superiori dopo 7 anni, e non è andata così bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche i miei incontri delle superiori non sono così carini, anzi...ma era una classe di M!!!

      Elimina
  6. niente rimpatriata delle elementari o delle medie... non ci siamo mai riusciti... ma penso che non ci abbiamo nemmeno mai provato! sì invece a quella delle superiori, anche perchè quest'anno abbiamo "festeggiato" i dieci anni dalla maturità! a differenza delle altre ex quinte in cui si sfornano figli a manetta, dei miei ex compagni di classe nessuno è diventato genitore... c'è stato un solo matrimonio finito qualche mese fa... qualche convivenza... alcuni che si sono trasferiti all'estero e là gli è andata molto meglio che se fossero rimasti in Italia... tanti che ancora fanno tirocini... e io che invece ho sempre più forte il desiderio di andarmene, visti gli ultimi pessimi sviluppi lavorativi... tanto qui non c'è granchè a tenermi legata... nemmeno un "qualcosa" che è a una fase pre-embrionale!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono sempre stata esterofil convinta, è solo ultimamente che ho cambiato prospettiva...tentar non nuoce mai secondo me! ;-)

      Elimina
  7. Mi fa sempre piacere leggere di gente che è rimasta e vuole provare a farcela :-)

    RispondiElimina
  8. Decisamente non c'è nulla da vergognarsi. Decisamente non è colpa nostra, anche se qualcuno ha provato pure a farcelo credere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici benissimo Princess, ci hanno martellato talmente tanto che alla fin fine ci hanno quasi convinto che la colpa è nostra...mavaff....

      Elimina
  9. La pizzata delle elementari è geniale. Macomecavolo vi siete rintracciati? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potere supremo di Facebook (nonostante io sia moooooolto critica sul mezzo, a volte ha le sue utilità!)

      Elimina
  10. a me manca la pizzata delle elementari... sono anni che ci sentiamo e una data buona per tutti non c'è mai, siamo sparsi in posti troppo lontani. l'ultima volta è stato 14 anni fa... che bei ricordi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi era la prima volta che ci rivedevamo 'ufficialmente' dalla fine della quinta...ehm, un po'di anni fa. Ma bei ricordi davvero!!

      Elimina
  11. Bììì io sto cercando invano di organizzare una pizzata delle elementari.
    Sono cosi' curiosa di vedere che fanno gli altri, alcuni so che sono felici, altri so che sono all'estero, ho voluto cosi tanto bene a ognuno di loro che spero vivano delle vite straordinarie. Ah si, un paio hanno anche dei figli.
    Io...ehm ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero in questi casi w Facebook!!!! Per noi è stato fondamentale!! :-)

      Elimina
  12. Mado' temo di non ricordarli neanche tutti, i miei compagni delle elementari... O_o!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hehe, anche io a un certo punto facevo confusione fra le 2 sezioni, anche perché poi fra medie e superiori ci siamo tutti mischiati...

      Elimina
  13. Mi piace la frase con la quale hai concluso il tuo post.
    E' vero, siamo tutti sulla stessa bqrca. Io ho un lavoro fisso, conquistato duramente e sono molto grata.
    Perche' ora mi permette anche di dare una mano ai miei due fratelli, disoccupati.
    Ce la possiamo fare!

    RispondiElimina
  14. Questo è un periodo molto difficile.
    Difficile da capire e da vivere.
    L'unica cosa sicura è che quando sarà finito tutto, saremo diversi, cambiati... in peggio o in meglio, vai tu a saperlo... in ogni caso bisogna mettercela tutta, almeno per non avere rimpianti.

    RispondiElimina
  15. Chissá cosa si prova a rincontrarsi,dopo tanto tempo...
    Che bello.

    Un bacio

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...