giovedì 11 aprile 2013

Sulla nobile arte dello SCROCCO


 La vita precaria da nomade, oltre agli strazianti addii, dà l'occasione di incontrare persone provenienti da luoghi diversi dal tuo, offrendo così validi pretesti per andare a trovare gli amici lontani. E io, modestamente, sono la regina della vacanza a scrocco un'indefessa viaggiatrice in nome dell'amicizia fuori porta.

Che poi, mica puoi rifiutare gli inviti. Non facciamo i buzzurri, suvvia.

Così l'estate del primo anno di università mi sono fatta due settimane di vacanza in Sardegna: prima a casa della mia saggia amica Esse (e della sua dolcissima mamma, che mi ha deliziata con vere leccornie sarde); poi, assieme ad altri amici dell'università, ospiti nella vecchia casa al mare di uno di noi. Per la modica cifra di un pallone da beach volley, un profumo dell'Adidas e una pianta per la madre, il tutto diviso per 9, tanti eravamo gli scrocconi gli ospiti dell'amico Anze.
La mia ex compagna di stanza, la Gumpagnuccia, mi ha offerto asilo per ben tre estati sulla riviera del Conero, facendomi scoprire quella perla di regione che sono le Marche, delle quali sono diventata fan n°1. Due anni fa, i costi della mia vacanza in Salento si sono drasticamente ridotti grazie all'ospitalità della mia ex coinquilina Emmegi. Che, oltre ad ospitare me e l'amica Nìa per qualche giorno a casa sua, ci ha rifornite per il ritorno di Primitivo di Manduria, friselle, taralli e barattoloni di salsa di pomodoro casalinga, una vera delizia che qui nel gelido nord non ci sognamo nemmeno.

Lu Salentu - lu sole, lu mare, lu ientu

Ma l'incetta più prestigiosa di scrocchi gentili inviti però l'ho collezionata grazie all'Erasmus. Che, oltre al sincero (dico davvero!!!!!) piacere di rivedere gli amici con cui avevo passato uno dei periodi in assoluto più belli della mia vita, mi ha dato la possibilità di andare in vacanza a costo quasi zero in posti meravigliosi.



Come quell'anno a Nizza (con annesse puntate a Monaco e a zonzo per la Costa Azzurra), ospite della mia deliziosa vicina di stanza francese Fanny. Nota per avermi ospitata la settimana in cui, assenti i genitori, lei ed il fratello erano in piena guerra della spazzatura (leggi: siccome ognuno diceva che toccava all'altro portarla fuori, ci siamo tenuti la monnezza in casa per 7 giorni).

Nizza, baia degli angeli

 La mia amica crucco-polacca Anna mi ha avuta sua gradita ospite ben due volte: a Tubinga, ridente cittadina crucca da cartolina dove studiava (e dove abita la figlia della best friend di mia madre, così ho scroccato anche un comodo passaggio in macchina all'andata); e una seconda volta a Toronto, mentre era lì per uno stage (e io a studiare dall'altro lato del continente, ma è un'altra storia). In quell'occasione ho anche avuto una guida d'eccezione per le cascate del Niagara, visto che la nostra amica erasmus Heather viene proprio dal paesino di Niagara falls.

Io&Anna

Quattro anni fa sono stata una settimana a Londra a costo (quasi) zero, prima dalla mia amica inglese tutta peace&love Emma (grande amante come me del cibo etnico e speziato), per una full immersion truly british; poi per qualche giorno dalla mia bellissima amica Noemi, un po'una figlia di papà ma tanto caruccia.

Per non tralasciare l'Italia, dove con la mitica équipe di amici italiani dell'erasmus ci siamo fatti due megnifiche rimpatriate, un weekend a Roma e una settimana di mare, buon cibo, scherzi idioti e grasse risate (e tanta Chartreuse flambè) a Castiglione della Pescaia, a casa dell'amico Bagash.

Il colpo sicuramente vincente però è stato il Messico, dieci giorni ospite della mia erasmusamica Abril della sua adorabile famiglia, scarrozzata in giro per il DF (città del Messico) come una principessa, e poi in visita a Puebla dove studiavano lei e Paulina (altra della compagnia erasmus), per finire in bellezza a Veracruz, città di mare affacciata sul golfo del Messico, altamente snobbata dai turisti ma amata dai messicani: un'esperienza che, se non fossi stata con dei locals, non avrei mai potuto fare. Senza contare tutto il magnifico cibo autenticamente messicano che mi hanno fatto provare (niente a che vedere con quelle schifezze che noi chiamiamo 'messicane'), ancora mi viene la bavetta al pensiero.

Costumi tipici veracruzani
Ovviamente io non sono da meno, mi casa es tu casa (quando ne ho avuta una): quando vivevo a Roma ho avuto ospiti ogni mese, e non mi sono mai risparmiata nel portarli in giro a scoprire le meraviglie della capitale, far provare cibi tipici (sia fuori che cucinati da me), dare consigli su shopping e acquisti vari.
Quattro anni fa, la mia amica messicana Abril è stata mia ospite una settimana con sua sorella nella PCBP (ovviamente l'hanno usata come punto di partenza per mete più interessanti nella regione limitrofa), e due estati fa sono tornate con la loro mamma per qualche giorno, e sono state entusiaste delle mie doti da guida turistica (ed enogastronomica).

Insomma, tutta questa inutile e noiosa carrellata delle mie vacanze a scrocco dei miei amici lontani, per dire che domani salpo le ancore, veleggio verso nord: tappa la Germania, patria dei miei adorati crucs, a trovare la mia amica Claudi, the nice1, una delle poche persone sane, a cui ho voluto (e continuo a volre) davvero un bene infinito e che mi è stata tanto vicina durante i giorni bui del mio anno polacco.

So auf wiedersehen, me ne vo a rigenerarmi in Deutschland!

31 commenti:

  1. Ok. Sono invidiosa :)
    Forse mi hai convinta a partecipare al gemellaggio che il mio paesello organizza ogni anno, ospitando una famiglia di spagnoli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hehe, poi una volta che entri nel giro, non ne esci più!! ;-)

      Elimina
  2. Che figata!! fai benissimo :):)

    http://blogpercomunicare.blogspot.com/

    RispondiElimina
  3. ps. buon viaggio in Teteschia :):P

    RispondiElimina
  4. Chi può... deve!
    Buon viaggio.

    RispondiElimina
  5. Che bella carrellata di viaggi;) buone vacanze allora! Divertiti;)

    RispondiElimina
  6. Ma quante belle vacanze! :)
    Che invidia Bì!
    Anche io sono andata in giro un po' a scrocco dagli amici... ma non come te. Sei fortissima!
    Buone vacanze in terra crucca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahaha, grazie, mi rendo conto che messa giù così sembra che sia una scroccona persa, ma in realtà....sono tutti entusiasti di avermi come ospite perché portò sempre bei regali! :-P

      Elimina
  7. Risposte
    1. Hahahahahahaha, grazie grazie, modestamente sono anni che affino questa nobile arte! :-)

      Elimina
  8. Dio benedica l'Erasmus, gli Erasmus friends e soprattutto le Erasmus trip!!!!!!!
    Bon voyage Darling! Have fun!!!!

    RispondiElimina
  9. grrrrrrrrrrrrrr dicci dove raccogli i soldi per i biglietti! su confessalo!! :)) buon viaggio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte ho avuto la fortuna di 'passare' già da quelle parti, altre sono andata di Ryanair, altre mi sono fatta dei kilometrici viaggi in treno...alla fine compensavo con risparmio totale sull'alloggio e su parte del vitto!

      Elimina
  10. Quando ho letto del Messico mi si sono inumiditi gli occhi...ho una coinquilina che ha studiato a Puebla e ora vive a Cozumel e mi istiga in ogni mail ad andare a scroccare un posto letto da lei...me l'hai ricordata...vado a contare i soldi nel salvadanaio xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le mie amiche messicane sono state carinissime, Puebla è una meraviglia e in generale il Messico, per quello che ho potuto vedere, un paese davvero accogliente e tutto da scoprire!!

      Elimina
  11. mi ritrovo forse di più nella compilation degli strazianti addii che non nel gusto delle vacanze a scrocco (purtroppo!), ma condivido totalmente la condizione per cui la rete degli amici ha maglie così larghe da coprire centinaia di chilometri quadrati, a volte - quelle volte difficili - davvero troppi!
    Buon viaggio e complimenti per questo posto accogliente!

    RispondiElimina
  12. geniale, devo ammetterlo Bì!
    cosa dire... spero che i tuoi amici-B&B non approdino mai sul tuo blog! :)
    Torna presto in patria per regalarci altre perle...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahahahahaha, ma dai Kazumina, io non sono cattiva, è che mi disegnano così!! :-p
      Scherzi a parte, ho sempre ricambiato l'ospitalità molto volentieri, che poi i miei amici B&B non vogliano venire a trovarmi in quella culandia di posto che è la mia PCBP è un altro paio di maniche...infatti quando vivevo a Roma ho dato asilo a un sacco di gente, senza lesinare sull'accoglienza (credo/spero)! :-D

      Elimina
  13. Emmaalloracosìnonvaleeeee!
    A parte Castiglione della Pescaia che è vicino casa mia io non sono stata in nessuno dei bellissimi posti che hai elencato...ma di vacanze a scrocco ne ho fatte, soprattutto in Calabria, ben quattro volte da quattro amici diversi! Per il resto tutte vacanze pagate di tasca mia :)
    Quindi tesoro...goditi questa ricarica TETESCA e torna qui da noi bella fresca!
    Ti bacio tesoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieeeeeee Berryna mia, per ora mi rifaccio gli occhi coi crucs (da sempre mia nazionalità preferita in campo maschile) e faccio finta di essere in vacanza!
      Bacioni!!!

      Elimina
  14. mi stavo preoccupando. mangia delle buone pommes frites mit sauce anche per me!

    RispondiElimina
  15. Tu hai una vita decisamente interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bella cosa che hai detto, non ci avevo mai pensato!

      Elimina
  16. Una sana invidia per le persone che viaggiano tanto! Alla mia veneranda età di ventiehmehm anni purtroppo non ho visitato poi molto le bellezze al di fuori del nostro stivale. Un qualcosina, sì, ma non troppo, per ora. QUindi nulla, non vedo l'ora di scorrazzare un po' di più anch'io. Mi darò una mossa con gli esami e vediamo se l'anno prossimo si riesce a fare un po' d'erasmus.. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, sei una delle migliori scroccatrici di cui abbia letto ;)

      Elimina
    2. Grazie per il complimento Cervello, modestamente ci sono voluti anni di faccia di c**o per raggiungere questi livelli! :P
      L'erasmus te lo stra-mega-iper consiglio, è l'esperienza più bella che uno studente possa fare (come spiego in questo vecchio post, http://precariamentando.blogspot.it/2012/11/erasmus-apologia-del.html )

      Elimina
  17. tu non hai bisogno di iscriverti a couchsurfing, hai gia' abbastanza risorse ;P

    RispondiElimina
  18. wooow ahah sei fortunatissima!! devo imparare da te in quanto "scrocco" XD ps sono una tua nuova follower, hai un blog fantastico.. :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...