giovedì 25 aprile 2013

Ma è davvero così strano?!


Un post al volo, così random.
Per una volta niente pipponi, niente viaggi a scrocco, niente nostalgie ataviche, niente menate esistenziali sulla disoccupazione latente e il mio stallo improduttivo.

Solo una piccola considerazione.

Un mesetto fa ad un seminario ho conosciuto uno, parlando così random, di viaggi. Qualche giorno dopo me lo ritrovo all'esercitazione del corso di fotografia (stesso corso, ma 2 giorni diversi) e infine anche su alcune foto che stavo caricando sul blog della ong dove ogni tanto presto lavoro servile gratis et amore dei vado a dare una mano. Insomma, ultimamente me lo ritrovo sempre in mezzo. Un tizio normalissimo, ci si saluta, si chiacchiera, ma non ci conosciamo per niente. Non siamo manco amici in Féisbuc, che ormai è la soglia minima di rapporto sociale universalmente condiviso.
Vabbè, domenica ci vediamo all'ennesima uscita fotografica e parlando mi dice che quest'estate si sta organizzando un viaggio in Mozambico. Però non stile turista-fai-da-te, vorrebbe andare a visitare progetti di ong, magari fare un po'di volontariato.
Siccome la onlus dove mi umilio do una mano lavora proprio in Mozambico, e da quando sono stata in Africa mi interesso al settore, conosco abbastanza bene il panorama delle ong qui nella nostra PCBP e la gente che ci lavora. Così gli ho suggerito di provare a contattare X e Y, magari di passare anche da Z, che qualche spunto te lo dà sempre. Ci siamo scambiati la mail, così poi da casa gli ho mandato per iscritto i contatti e le info che gli avevo detto a voce. Con la promessa di chiedere un paio di altre cose alle tizie della umilievole onlus quando le vedo. 

Oh, manco gli avessi aperto il dossier di WikiLeaks sul Mozambico


 Mi risponde profondendosi (ma si dice?!) in ringraziamenti, che efficiente che sono stata, che disponibile, che premurosa, grazie, ma davvero, che gentile, e grazie per l'aiuto, e quanto mi sono prodigata, e che se lui fosse un datore di lavoro gli avrei fatto un'ottima impressione (ma cazzarola, questo proprio il prof di inglese doveva fare, perchè non è Diego Della Valle?!), e che sicuramente con questa mia determinazione ed esperienza troverò il lavoro che merito (mavaff...), grazie grazie, e blablabla.

Ora. Non è la prima volta che qualcuno si meraviglia come davanti alla caverna di Alì Babà perchè gli/le do una mano passandogli/le contatti o informazioni. Su cose o persone che conosco personalmente molto bene, per cui a me non costa davvero nulla. Manco il minimo sforzino cerebrale (quando si tratta di viaggi poi, adoro fare la travel agent personalizzata!). Anzi mi sembra la cosa più ovvia e naturale.
A quanto pare no, visto che riesco a basire tutti (il prof. in questione è solo l'ultimo di una lunga serie).

Ma è così strano, che qualcuno cerchi di dare una mano a qualcun'altro, anche se non lo conosce?!


31 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. è stranissimo, eppure ci ritroviamo in compagnia, io e te, su questa zattera di cortesia e aiuto del prossimo quando non costa nulla. siamo rarità evidentemente. fossi in te
    1) porterei sempre corno rozzo, zampa di coniglio e pelo di tasso
    2) mi assicurerei
    3) inizierei a fare la faccia come il culo: ti sono stata utile? ecco, non è che ora TU puoi essere PER CASO utile a me?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimi suggerimenti, metterò in pratica (soprattutto il 3, dote cui aspiro e che non riesco mai a sviluppare abbastanza).

      Elimina
  3. Non è che sia strano, è che è raro! E c'è persino un 1% che ricambia con lo stesso approccio disinteressato! Roba da WWF proprio...

    RispondiElimina
  4. Le cose sono due o il tipo ci sta provando o, semplicemente, non ha mai incontrato nessuno disponibile come te. Fidati, nessuno si prodiga più di tanto per gli altri.

    RispondiElimina
  5. è talmente strano che, quando succede, tutti ti guardano con sospetto.

    RispondiElimina
  6. Più che strano direi che non è frequente. Perchè la maggior parte delle volte la gente se ne sbatte proprio. Per cui la volta che trovi una persona disponibile la apprezzi ancora di più.

    RispondiElimina
  7. @Valeria,Princess,Ata,Princi: ecco allora sono proprio io che vivo su un altro pianeta e che fare certe cose mi sembra del tutto normale. Difatti poi me la piglio sempre in quel posto.

    P.S.: bel mondodemmerda questo in cui viviamo!

    RispondiElimina
  8. Sarò breve e concisa. SI. Le persone non sanno più nemmeno cosa è un sorriso, una pacca sulla spalla e un favore fatto senza chiedere niente in cambio. :)
    E' bello che tu sia così, ti abbraccio tesoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Berryyyyy che bello sei tornata, mi sei mancata!!!! Vi penserò questo weekend a Roma, bloggallinelle! Ovviamente non vedo l'ora di leggere i resoconti! :-)
      Bacio

      Elimina
  9. Quando qualcuno ti dice: wow, che gentile! Perché lo fai? - tu digli che è la catena di favori, e che se il tuo favore gli è stato davvero utile coe dice, allora che per equilibrare le energie dell'universo si prodighi anche lui a fare qualche favore! ;-) e così la catena si espande!

    RispondiElimina
  10. E' una riflessione che faccio anche io molto spesso. A me poi piace cosi' tanto aiutare qualcuno anche nelle piccole cose solo per farlo.

    Io ho cominciato a dire che per ogni aiuto mi prendo 5 euro...non si sa mai.

    Scherzo, ovviamente xD

    RispondiElimina
  11. Sarò molto, molto, molto breve nella risposta: E' così strano? Sì. Purtroppo. Ma noi non fermiamoci che magari è virale e finiscono tutti per aiutare. :)

    RispondiElimina
  12. purtroppo si. trovare gente gentile , disponibile e aperta al prossimo è raro trovarla.

    Se passi da me c'è un premio per te!

    http://blogpercomunicare.blogspot.com/

    RispondiElimina
  13. Ciao Personne, ho scoperto il tuo blog grazie a dm che ha commentato qui sopra. Pensa che bello, mi ha fatto un favore per me importante senza nemmeno saperlo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il bello dei premi è far conoscere gli amici blogger ad altri :) sono contenta!!

      Elimina
  14. Il problema è che non siamo più abituati a bei gesti...non siamo più abituati ad essere aiutati senza dover dare nulla in cambio. Di conseguenza nasce la diffidenza...
    comunque anche io ho avuto lo stesso pensiero qualche giorno fa....
    Ciao,
    Ti scrivo anche per informarti che sul mio blog c'è un GIVEAWAY davvero interessante....il cui premio è una borsa firmata Michael Kors!! :)

    Qui tutte le info: http://thechicetoile.blogspot.de/2013/04/giveaway-michael-kors-bag.html

    TI ASPETTO!!!
    BACI

    RispondiElimina
  15. Essere gentili eprodigarsi per gli altri ripaga sempre, anche se non subito. E comunque ripaga (in negativo) anche fare del male...quindi tanto vale!
    Chissa' che tu non venga coinvolta in questo progetto in mozambico...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hmmmm, sul Mozambico la vedo difficile (ci avevo già provato!), però voglio sperare che il mio karma me ne renderà merito!

      Elimina
  16. Il punto è che viviamo talmente in un mondodemmmerda che quando qualcuno ci aiuta pensiamo subito che ci voglia fregare in qualche modo! assurdo ma vero!
    Piuttosto...travel agent personale d.ici, eh?! parliamone! chissà che con tutti i viaggi che abbiamo fatto non ne esca una vera professione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hehehe, MAGARI!! Per me sarebbe il massimo, combinare la passione per i viaggi con questo innato istinto alla gentilezza verso il prossimo...e poi, avvremmo la scusa perfetta per viaggiare di continuo: andare a testare le mete per i clienti! Parliamone!! :-D

      Elimina
    2. esatto! pensa che figata quando ti chiedono "Ehi, tu che fai nella vita?" e tu rispondi "Ehhh, io testo viaggi"! Ho già gli occhi a lucciconi ^__^ haahah :D

      Elimina
  17. E' normale all'estero. Da noi è visto più come un gesto che ha sempre un secondo fine. Non è il tuo caso naturalmente.

    RispondiElimina
  18. Raramente capita di ricevere aiuto disinteressato..

    RispondiElimina
  19. ...credo che la cosa strana sia trovare qualcuno che ti sappia aiutare offrendoti le utili informazioni che cercavi!
    Ultimamente io contatto gente che dovrebbe saperne, per avere utili informazioni, e mi ritrovo ad essere io quella che ne sa di più...certo, magari risulterò utile agli altri, ma non arrivo mai a capo delle mie ricerche! Che dopo, se ci arrivassi, sarei ancora più utile anche agli altri! mah!

    va beh... questo prof, com'è?? :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  20. Nel mondo dell'egoismo più sfrenato...
    Beh, credo di sì.

    RispondiElimina
  21. Credo di si.... a me succede sempre l'esatto contrario. Ma non demordo continuo imperterrita a dispensar gentilezza! (Sono capitata sul tuo blog per caso e che dire....Sei fantastica!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie caro Anonimo...magari la prossima volta mi dici chi sei e ci presentiamo per benino è meglio, sai qui la blog-casa è aperta a tutti, però mi piacciono le cosine fatte alla 'vecchia maniera'! :-)
      Benvenuto

      Elimina
  22. Credo che a volte le qualità che per noi sono un'abitudine e diamo per scontate, in un mondo dove sempre di più a quanto pare - purtroppo! - ciascuno bada solo ed esclusivamente al proprio orto, fa scalpore.
    Non è la prima volta che capita anche a me di stupire le persone per questa stessa cortesia. Si parla tanto di "networking" ma in realtà credo che senza scomodare parole anglofone, la gentilezza e cortesia e altruismo si stia un pochino perdendo.
    Meno male che c'è chi continua a perseguirlo :-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...